Pizza al tegamino, una specialità tutta torinese

La prima volta che ho avuto modo di gustare la pizza al tegamino è stato proprio nella sua città natale, Torino. Immediatamente, quando me la sono trovata davanti, ho esclamato “così voglio la pizza!”. Vi chiederete quindi cos’ha di diverso dalla tradizionale pizza. Beh, prima di tutto è molto più alta e soffice, contrariamente a quella napoletana, e poi, […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 2 persone
  • Calorie: 270 kcal/100 g
  • ingredienti

  • farina 01: 340 g
  • acqua: 250 ml
  • lievito: 2 g
  • sale: 1 cucchiaino
  • olio: q.b

La prima volta che ho avuto modo di gustare la pizza al tegamino è stato proprio nella sua città natale, Torino. Immediatamente, quando me la sono trovata davanti, ho esclamato “così voglio la pizza!”. Vi chiederete quindi cos’ha di diverso dalla tradizionale pizza. Beh, prima di tutto è molto più alta e soffice, contrariamente a quella napoletana, e poi, come dice il nome, è cotta in un tegame, un padellino di alluminio unto di olio che conferisce alla pizza una croccantezza unica.

Io amo la pizza alta, quindi non potevo assolutamente lasciarmi sfuggire l’occasione di preparare la pizza al tegamino in casa. Devo dire che occorrerà un po’ più di pazienza perchè la lievitazione è più lunga, ma ne varrà davvero la pena.

1In una ciotola mettete la farina con un cucchiaio di olio.pizza al tegamino2Aggiungete a filo l’acqua in cui avrete fatto sciogliere il lievito. Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e solo in ultimo aggiungete il sale.pizza al tegamino3Lasciatelo lievitare per 12-18 ore nel ripiano più basso del frigorifero. Qualche ora prima di infornare, prelevatelo e dividetelo in parti uguali della dimensione più adatta al vostro tegame.Irrorate il fondo del tegame di olio e allargatevi la pizza con le mani.pizza al tegamino4Lasciatela lievitare per un’altra ora.pizza al tegamino5Farcitela come preferite e infornate a 220°C per circa 10 minuti.pizza al tegamino

Beatrice Piselli

Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.