Migliaccio, dolce di Carnevale della tradizione campana

Il Carnevale è alle porte e non c’è niente di meglio della torta migliaccio napoletano. La ricetta migliaccio è particolare e in origine veniva preparata, come suggerisce il nome stesso, con la farina di miglio. Come tutte le cose, con il passare del tempo la ricetta si è modificata fino ad assumere le caratteristiche attuali. […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 4 persone
  • Calorie: 295 kcal/100 g
  • Ingredienti tortiera da 24 cm

  • Latte: 500 g
  • Acqua: 500 g
  • Scorza di arancia: 1
  • Sale: 1 pizzico
  • Burro: 40 g
  • Semolino: 200 g
  • Uova: 4
  • Zucchero: 250 g
  • Vaniglia (semi): 1 bacca
  • Ricotta: 350 g

Il Carnevale è alle porte e non c’è niente di meglio della torta migliaccio napoletano. La ricetta migliaccio è particolare e in origine veniva preparata, come suggerisce il nome stesso, con la farina di miglio. Come tutte le cose, con il passare del tempo la ricetta si è modificata fino ad assumere le caratteristiche attuali. La farina di miglio era infatti largamente impiegata nella cucina partenopea, ma oggi è stata completamente sostituita dal semolino.

Gli ingredienti di questa preparazione sono semplicissimi da trovare: uova, semolino, ricotta, latte e burro combinati insieme danno vita ad un dolce dalla consistenza particolare, difficile da descrivere. Come sempre ci sono molte varianti. Alcune prevedono gocce di cioccolato (ottima!), altre canditi, altre sono senza ricotta. Insomma, largo alla fantasia e provate questa torta spettacolare!

Il migliaccio, dopo le chiacchiere, è uno dei dolci di carnevale più diffuso. Non lasciatevelo sfuggire!

Preparazione migliaccio o torta al semolino:

1La preparazione di questa ricetta è piuttosto semplice e non richiede particolari accortezze se non quella di lasciarla in frigo per un giorno prima di consumarla.

migliaccio

2In un pentolino scaldate senza farlo bollire, latte, acqua, sale e scorza di arancia. Per prelevarla potete utilizzare un pela patate. In questo modo preleverete solo la parte esterna, più aromatica.

migliaccio

3Togliete quindi la scorza e sciogliete il burro.

migliaccio

4Mescolando con una frusta, aggiungete il semolino a pioggia e lasciate cuocere per 5/6 minuti.

migliaccio

5Noterete che inizierà ad addensarsi.

migliaccio

6Trasferitelo in una pirofila e lasciatelo intiepidire prima di proseguire le preparazione.

migliaccio

7Mettete in una ciotola le uova, i semi della bacca di vaniglia e lo zucchero.

migliaccio

8Sbattete bene quindi unite la ricotta. A voi la scelta se setacciarla o no.

migliaccio

9Iniziate poi ad aggiungere il semolino.

migliaccio

10Utilizzate le fruste elettriche. Ci vorrà un po’ di pazienza ma il risultato vi ripagherà!

migliaccio

11Otterrete una crema densa.

migliaccio

12Trasferitela in una teglia da 24 centimetri rivestita di carta forno.

migliaccio

13Cuocete a 200°C per 1 ora e 10 minuti circa, coprendola con un foglio di carta stagnola se vedete che verso la fine comincia a dorarsi troppo.

migliaccio

14Per essere sicuri che sia cotta, verso la fine, infilzatela con la punta del coltello. Dovrà uscire asciutto.

15Lasciatela raffreddare quindi trasferitela in frigorifero per almeno una notte prima di consumarla. Decorare con zucchero a velo prima di servirla.

 

Beatrice Piselli

Ciao! Mi chiamo Beatrice e scrivo prevalentemente di cucina vegetariana e vegana prestando particolare attenzione alla stagionalità degli ingredienti. Trascorro molto tempo in cucina a studiare nuovi piatti e a fotografarli, così da poter trasmettere nel migliore dei modi tutto il mio amore per ciò che cucino.

2 thoughts on “Migliaccio, dolce di Carnevale della tradizione campana”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.