Tartare di tonno al profumo d’estate

La tartare di tonno è un piatto che cucino spesso a casa mia, d’estate specialmente, quando ho voglia di qualcosa di fresco e leggero ma che non sia la solita insalata. La tartare è un piatto furbo perché può essere preparato con qualche ora d’anticipo ed è ottima sia come pranzo leggero che per un […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 4 persone
  • Calorie: 300 Kcal/porzione
  • Ingredienti

  • Filetto di tonno rosso già abbattuto: 300 g
  • Zucchine biologiche: 3
  • Carote biologiche: 3
  • Foglie di insalata: 3
  • Lime per la marinatura: 2
  • Sale e pepe: q.b.
  • Olio EVO: q.b.

La tartare di tonno è un piatto che cucino spesso a casa mia, d’estate specialmente, quando ho voglia di qualcosa di fresco e leggero ma che non sia la solita insalata. La tartare è un piatto furbo perché può essere preparato con qualche ora d’anticipo ed è ottima sia come pranzo leggero che per un aperitivo in campagna con tanti amici. E’ inoltre un’idea colorata per magiare il pesce e allo stesso tempo utilizzare le verdure dell’orto che in questo periodo dell’anno abbondano.

Di solito la preparo dopo pranzo quando i miei figli dormono e la impiatto all’ultimo minuto subito dopo aver sistemato i segnaposto e aperto il vino. Fate in modo che ogni ingrediente sia freschissimo, meglio se biologico e assicuratevi nella pescheria di fiducia che il tonno sia abbattuto così da poterlo lavorare in giornata e consumare crudo.

tartare di tonno

Come preparare la Tartare di Tonno

1Iniziate riducendo il filetto di tonno in cubetti non troppo piccoli facendo attenzione a seguire le fibre del pesce. Mettetelo in una ciotola con pepe, olio EVO e il succo di 3 lime. Lasciate marinare per almeno un paio d’ore.

2Nel frattempo fate la stessa cosa con le verdure che però condirete separatamente con olio, sale e pepe. Il tutto deve avere una dimensione abbastanza omogenea.

3Trascorse le due ore di marinatura sarete pronti per portare in tavola. Avrete già apparecchiato, acceso le candele e stappato un buon bianco, ma di giorno, personalmente, preferisco un bicchiere di acqua di sorgente ben ghiacciata.

4Prendete i due preparati dal frigo e uniteli fra loro. A questo punto con l’aiuto di un coppapasta potrete impiattare e sformate la vostra coloratissima tartare di tonno in un piatto da portata con un abbondante giro d’olio EVO.

A proposito, se posso darvi un consiglio utilizzate dei piatti bianchi così i colori risulteranno più vividi e la vostra tartare ancora più  buona. Buon Appetito!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.