Marmellata di Cipolle rosse di Tropea

C’è un momento in tutte le estati che dopo il ferragosto senti soffiare un venticello fresco. Ecco quello è uno dei segnali che l’estate sta per andarsene ed è arrivato il momento di pensare alle provviste per l’inverno. Complice la stagione e le vacanze appena trascorse tiro fuori quella magnifica treccia di cipolle rosse comprata […]

  • Tempo di preparazione
  • Tempo di cottura:
  • Porzioni: 4 persone
  • Calorie: 220 kcal/porzione
  • Ingredienti

  • Cipolle rosse di Tropea: 1,5 kg
  • Zucchero bianco: 350 g
  • Vino bianco  secco: 1 bicchiere
  • Rhum scuro: 1/2 bicchiere

C’è un momento in tutte le estati che dopo il ferragosto senti soffiare un venticello fresco. Ecco quello è uno dei segnali che l’estate sta per andarsene ed è arrivato il momento di pensare alle provviste per l’inverno.

Complice la stagione e le vacanze appena trascorse tiro fuori quella magnifica treccia di cipolle rosse comprata a Tropea direttamente da un produttore strepitoso. Personalmente amo questa varietà di cipolle perché rimangono dolci, croccanti e di un affascinante color rosaceo. Si prestano a mille preparazioni, come caramellate, ma quella che preferisco è la marmellata di cipolle. Un ottimo accompagnamento ai formaggi più aggressivi da mangiare come dolce fine pasto a una cena chic.

La mia ricetta del cuore prevede circa un un’ora e mezza di lavoro e tanta pazienza. Vi assicuro però, ne vale la pena.

Come preparare la marmellata di cipolle:

1Come prima cosa dovete mondare le cipolle molto bene affinché non rimangano bucce intorno. Potrebbero rimanere nella marmellata e rovinare tutto.

marmellata di cipolle

2Poi con un pelapatate cercate di ridurre tutte le vostre cipolle in sottilissime sfogliette. Naturalmente armatevi di fazzoletti perché questo lavoro vi farà piangere come nessun uomo ha mai fatto prima d’ora.

marmellata di cipolle

3Una volta finito questo commovente passaggio le metto in una ciotola capiente con lo zucchero e il vino bianco. Molti a questo punto, aggiungerebbero una foglia d’alloro. Io preferisco non metterla perché mi piace mangiare questo tipo di marmellata con gli erborinati e l’alloro, a mio modesto parere, copre un po’ quel sapore tipico che hanno i formaggi di questa categoria.

4Comunque una volta miscelati i tre ingredienti copro con pellicola e lascio a macerare cinque o sei ore. Così le cipolle assorbono bene gli aromi del vino e la dolcezza dello zucchero.

marmellata di cipolle

5A questo punto le vostre cipolle che si saranno ormai ben appassite sono pronte per essere tuffate in pentola. Cuocetele a fuoco bassissimo almeno 50 minuti. La marmellata sarà pronta quando diventerà densa a tal punto da non scivolare su di una superficie piana. Io ne metto una goccia su un piattino e se non scivola inclinandolo allora sarà giunta di invasare la marmellata nei vasi precedentemente sterilizzati.

marmellata di cipolle

6Prima di riporre in dispensa però dovete provvedere al sottovuoto ed in merito a questo esistono due scuole di pensiero. Capovolgere i vasi ermetici con la marmellata ancora bollente o rimettere tutto in pentola a bollire per circa mezz’ora. Ecco io propendo sempre per la seconda perché mi sembra il metodo più fidato ma non c’è una regola vera e propria.

marmellata di cipolle

7Al termine della bollitura la vostra marmellata è pronta. Riponetela in credenza e aspettate con pazienza l’occasione giusta per sfoderarla e vi garantisco farete un figurone.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.